Vivere senza pensare a quanti soldi hai in tasca non è semplice ma almeno non impossibile * | Giulia Sermoneta

Vivere senza pensare a quanti soldi hai in tasca non è semplice ma almeno non impossibile *

E così il primo Marzo arrivò. E arrivò anche pesantemente e prepotentemente.

Si continua con i buoni propositi, i bicchieri mezzi pieni, i sorrisi e i progetti, ma è difficile quando continuano ad arrivarti mazzate tra capo e collo. Alle volte è proprio difficile respirare.

Ma l’arrivo del primo marzo vuol dire anche che la primavera è sempre più vicina. E di conseguenza anche l’estate. Con le infradito ai piedi, i bicchieri di vino sul lungotevere, i giri in vespa di notte, il mare.

Intanto domani andremo a vedere Alice in Wonderland, pronti a criticarlo se sarà un filmetto per adolescenti (dato che la colonna sonora non promette nulla di buono), ma Tim resterà sempre Tim.

* E con l’arrivo di marzo ecco che arriva anche il romapopfest (link), noi probabilmente faremo un salto sabato sera, in caso ci si vede là.

2 Comments

  1. Molto espressiva la foto! :-)

  2. Giulia Sermoneta says:

    @Alessandro grazie mille!

Comments are closed.